L’Empire State Building diventa ecosostenibile

11 agosto 2009

photo_lg_newyork_cty

Dopo la storica Route 66 è il turno dell’Empire State Building.

Per rispondere alle sfide ambientali del futuro, America.gov ha deciso di aumentare l’efficienza energetica del grattacielo icona d’America del 40%. Primo passo, il totale rifacimento delle vetrate che rivestono l’edificio newyorkese.

A lavori ultimati l’Empire sarà un modello di ecosostenibilità per gli americani e il resto del mondo, si adatterà alle moderne esigenze di risparmio energetico e darà uno slancio ulteriore alla nuova frontiera dell’architettura: il riadattamento o retrofitting.

È arrivato il momento di rimettere a norma i vecchi edifici, tesi sostenuta dal professore di architettura Walter Grondzik ( Ball State University in Muncie, Indiana) che afferma:

“mentre i corsi accademici tendono a focalizzarsi sulla progettazione di nuovi edifici sostenibili dall’inizio, moltissimi professionisti sono consapevoli del potenziale di riadattamento di quelli già esistenti quale forza di crescita per l’industria”.

Un esempio virtuoso di verde USA.

Guarda il video del progetto: